La vita è un fenomeno estremamente sopravvalutato

“[La vita], secondo me, è un fenomeno estremamente sopravvalutato. Marte se la cava perfettamente senza nemmeno un microrganismo.” Diceva il Dr. Manhattan in Watchman, e forse non aveva tutti i torti.
Qualche mese fa ho scoperto come anche le rocce riescano a spostarsi nel deserdo, spinte dalla forza del vento su sottili lamine di rugiada ghiacciata, e oggi mi domando se la Vita sia realmente un valore aggiunto al tutto. Continua a leggere

L’amore è un ferro da maglia

“Ieri sera mi sono trooppoo innamoratoo…” iniziava così.
C’era un tempo in cui eravamo più propensi ai sentimenti, giusto? Non intendo un tempo storico (o comunque non me ne sto interessando adesso) ma un tempo anagrafico. Un’età in cui bastava poco a farci perdere la testa fra tanti cuoricini.
A noi romantici piace dire che fosse prima di venir schiaffeggiati dalla vita e dalle relazioni, prima di conoscere lo stronzo di turno, prima che quella ragazza ci spezzasse il cuore… prima dell’avvento del cinismo. Continua a leggere

Darsi fuoco potrebbe essere evoluzione

Ci sono giorni in cui mi guardo attorno e mi chiedo “Perché?”.
E la teoria dell’Evoluzione mi viene incontro mostrandomi come il nostro declino rientri pienamente nell’ordine delle cose naturali.
L’evoluzione umana è stata tale da far maturare quella scintilla d’intelligenza facendola divampare in un focherello…ma il focherello non è mai diventato incendio.
Continua a leggere

APPREZZO IL SILENZIO

Che l’uomo sia un animale sociale credo sia un dato appurato e accettato da quasi la totalità dell’umanità.
Certo, ci sono i saggi della montagna che si rinchiudono in se stessi e non proferiscono verbo. [La mia insegnante delle elementari troverebbe i loro pensierini piuttosto sgrammaticati e li avrebbe bocciati: una frase non può dirsi tale senza predicati. E ciò è forse identificativo di ciò che un saggio sia: uno che non predica.] Continua a leggere

TIFO DA TRIBUNA POLITICA

“Alla fine iniziammo a vivere la democrazia come un gioco. E non dico che fosse una cosa da prender con serietà… Personalmente la consideravo un fiore all’occhiello di un problema più grande, uno specchietto per allodole, uno spaventapasseri che tiene lontani dal campo gli uccelli solamente fino a che questi ci credono… e gli uccelli continuavano a crederci. Continua a leggere